Pratiche federali in materia di società principali e di Swiss Finance Branches a partire dal 1° gennaio 2019

Nell’ambito del progetto concernente la riforma fiscale ed il finanziamento dell’AVS (RFFA), l’Amministrazione federale delle contribuzioni (AFC) non applicherà più dal 2019 le pratiche federali in materia di società principali e di “Swiss Finance Branches” per le società che ne vorrebbero beneficiare per la prima volta.

Grazie alla RFFA saranno prese le disposizioni necessarie a livello legislativo, in modo da adattare il diritto in materia di imposizione delle imprese agli standard internazionali. Come indicato nel Messaggio del Consiglio federale concernente il Progetto fiscale 17 (nuovo: RFFA), le regole concernenti le pratiche federali in materia di società principali e di “Swiss Finance Branches” saranno pure abrogate in questa occasione.

Contrariamente all’abrogazione delle norme concernenti le società con statuto speciale cantonale, l’abbandono di queste pratiche federali non necessita di alcuna modifica legislativa.

Le pratiche federali in materia di ripartizione fiscale internazionale per le società principali e le “Swiss Finance Branches” non potranno di principio più essere rivendicate per la prima volta dai contribuenti a partire dal 1° gennaio 2019 (assenza di nuove concessioni). I contribuenti che hanno applicato queste pratiche prima del 1° gennaio 2019, potranno ancora beneficiarne nel 2019. Ciò vale anche per i contribuenti, che beneficeranno per la prima volta a partire dal 1° gennaio 2019 di queste pratiche sulla base di un accordo fiscale preliminare (ruling), purché l’autorità fiscale competente abbia controfirmato il ruling prima della pubblicazione della presente comunicazione.

La Circolare n. 8 dell’AFC “Ripartizione fiscale internazionale delle società principali” del 18 dicembre 2001, sarà adattata in tal senso.

Comunicato stampa del Consiglio federale svizzero del 15 novembre 2018 – www.admin.ch