News

Consiglio Nazionale favorevole al rimborso dell’imposta preventiva

Il Consiglio Nazionale ha approvato il rimborso dell’imposta preventiva anche in caso di negligenza nella dichiarazione d’imposta dei proventi non dichiarati da parte dei contribuenti.

Con questa manovra si permetterà alle persone fisiche di comunicare successivamente, in maniera spontanea oppure tramite l’intervento e la compensazione da parte delle autorità fiscali, il reddito assoggettato all’imposta preventiva omesso in precedenza. La dichiarazione dovrà tuttavia pervenire prima della scadenza del termine di presentazione del reclamo contro la decisione di tassazione.

Obiettivo dell’intervento è la limitazione del doppio onere dovuto all’imposta preventiva e all’imposta sul reddito ai casi di tentata sottrazione d’imposta.

La proposta permetterà anche alle autorità fiscali competenti di rifiutare il rimborso senza attendere l’esito di un procedimento penale.

Il Consiglio Nazionale ha inoltre richiesto una più ampia regolamentazione del periodo di transizione rispetto a quanto proposto in sede di consultazione: sarà infatti possibile presentare una dichiarazione successiva anche nell’ambito di una procedura d’imposizione o di recupero d’imposta non ancora passata in giudicato.

Il dossier è ora in attesa di approvazione da parte del Consiglio degli Stati.