Firmata la Convenzione per evitare le doppie imposizioni con l’Arabia Saudita

Firmata la Convenzione per evitare le doppie imposizioni con l’Arabia Saudita

Il 18 febbraio 2018 il Consigliere federale Ueli Maurer ha firmato a Riad una Convenzione per evitare le doppie imposizioni con l’Arabia Saudita. Dal 17 al 20 febbraio 2018 infatti, il consigliere federale Ueli Maurer visita l’Arabia Saudita e gli Emirati Arabi Uniti accompagnato da rappresentanti del settore finanziario svizzero. Alla visita di lavoro parteciperanno anche il segretario di Stato per le questioni finanziarie internazionali, Jörg Gasser. Nel contesto della politica dei mercati finanziari, questa seconda visita con i rappresentanti del settore finanziario è caratterizzata da dialoghi sulla collaborazione nelle questioni di carattere finanziario e fiscale.



La visita in Arabia Saudita ha permesso di avviare un dialogo finanziario tra i due Stati. E la visita negli Emirati Arabi Uniti approfondisce la collaborazione bilaterale nelle questioni finanziarie e fiscali anche con questo Paese.



Altri incontri hanno luogo con i rappresentanti delle autorità di vigilanza e delle banche centrali come pure con attori del settore privato. Lo scopo di questi colloqui è intensificare il dialogo e la collaborazione nelle questioni di carattere finanziario e fiscale con due importanti Stati partner della Svizzera nella regione del Golfo. Essi vertono inoltre su questioni bilaterali e multilaterali nel settore finanziario e sulla collaborazione concreta. In particolare si discute delle condizioni quadro ottimali per gli investimenti e i servizi finanziari, del ruolo e delle possibilità per gli istituti finanziari svizzeri nei Paesi in questione e dell’attuazione di standard globali nel settore finanziario.



Lo scambio tra attori statali e privati in questi due Stati rientra nella politica svizzera in materia di mercati finanziari volta a garantire la competitività della piazza finanziaria elvetica. Entrambe le nazioni rappresentano due dei mercati più significativi per i fornitori svizzeri di servizi finanziari al di fuori dell’Europa. Gli istituti finanziari elvetici sono molto presenti su questi mercati. Per migliorare le condizioni quadro è auspicabile che la Confederazione e il settore finanziario svizzero forniscano un’immagine il più possibile unitaria e convincente. La delegazione è composta dai rappresentanti di una dozzina di istituti finanziari svizzeri attivi su questi mercati.


Torna all'elenco